Lettura Bandi



Bando 248 
Categoria Avvisi
Inserito 12/02/2018
Scadenza 01/03/2018
Descrizione ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI (L. 13/1989 – L.R. n. 31/1991)
L'operatrice sociale, ai sensi della Legge n. 13/1989 e della Legge Regionale n. 31/1991,
RENDE NOTO
che il 01/03/2018 scade il termine per la presentazione, per il corrente anno, delle domande per la concessione del contributo per il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, ai sensi dell'art. 9 della Legge nr. 13/1989. Entro tale termine, gli interessati dovranno presentare a questo Comune la richiesta di contributo, redatta sulla apposita modulistica disponibile in Comune e corredata della seguente documentazione:
➔ Nr. 1 marca da bollo da € 16,00 a corredo della domanda;
➔ Copia documento di riconoscimento e codice fiscale; ➔ Descrizione dell'intervento e stima della spesa prevista;
A titolo esemplificativo si precisa che sono ammissibili i seguenti interventi da parte di persone con riconosciuta difficoltà di deambulazione: rampe di accesso - servo scala - piattaforma o elevatore – ascensore - ampliamento porte di ingresso - installazione dispositivi di segnalazione per favorire la mobilità dei non vedenti all'interno degli edifici - installazione meccanismi di apertura e chiusura porte - adeguamento spazi interni all'alloggio (bagno, cucina, camere, ecc...) - adeguamento percorsi orizzontali e verticali.
Le opere non devono essere esistenti o in corso di realizzazione alla data di presentazione della domanda, e per tali opere non deve esser stato concesso altro contributo. L'esecuzione delle opere di abbattimento delle barriere architettoniche dovrà avvenire nel rispetto della normativa edilizia vigente e nel rispetto del D.M. LL.PP. 14/06/1989 nr. 236.
Il Comune ricevute le domande provvederà ad inoltrare le stesse alla Regione per il finanziamento. L'esecuzione delle opere potrà avvenire solo dopo l'avvenuta comunicazione di finanziamento da parte della Regione.Eventuali opere urgenti potranno essere eseguite dopo la presentazione della domanda di finanziamento e previa comunicazione al Comune. Qualora la Regione finanziasse l'intervento il Comune provvederà alla liquidazione del contributo dietro presentazione delle fatture quietanzate relative alle spese sostenute. Ad ogni buon fine si precisa che, ai sensi delle norme sopra indicate, il contributo viene assegnato nei seguenti termini:
➔ da € 12.911,43 e fino a € 51.645,68 il contributo viene assegnato nella misura del 5%.
l'operatrice sociale
Gina Camboni
Documenti allegati domanda1.pdf